PKNA - Paperinik New Adventures



Hi to all! This post is dedicated to PK,… I know, I know… if you live out of Italy is almost sure you have never heard about this character. And it’s a pity.
If you look at PK, it could seems to you like Paperinik (a strange superhero, Donald Duck’s alter ego, and the the main defender of Duckburg). Actually, he is something different: we can think the world in which he lives as an alternative Disney universe, were the facts happened in a just sligtly different manner than in the “real” world (yes, americans are the best in such things, but this italian attemp was really succesful). Here, Donald Duck, and his aletr ego PK has, insteadUncle Scrooge and other well known characters, lots of new and original firend and enemies ti interact with… Let me quote a text from the english version of Wikipedia: “In 1996 a new monthly series was launched: "PKNA - Paperinik New Adventures". The series had a new format for an Italian Disney comic as it was influenced by Marvel Comics' superhero comic books both graphically and story-wise. The art was more modern and "faster".”
But it’s a little bit more than an alternative Disney world: “With the addition of many new technological characters (droids, A.I.s, aliens, etc.) the series was intended for a different target audience than the classical Paperinik. The adventures were mainly science fiction and in addition to the story featured in every issue were published sketches, special files, analyses and more. The stories were much darker than the original Paperinik stories, having more action and a few deaths from time to time.”
And here it is because the series was stopped and closed and, what’s more, never pubblished as it was in the USA. It was simply too different from the Disney’s mainstream sories where the end have to be happy, and where no one can die…
I can say the PK stories are one of the most succesfull attempt to do a captivating story and well-characterized characters… I really miss some of them, and I think at Lyla, Eidolon and PK with affection still today.
An awful attempt to create a new series (the so called third serie”) with sweeten up storiboards and much “in line” characters (created on purpouse in order to sell the series on the american market), led to ugly stories, followed by the sales collapse, and the serie end. And it was a liberation, because for a PK fan as me the last series was a disgusting attemp to made this comics more commercial, removing up all the beautiful idea that made PK a great, adult, comics.


PK. Un fumetto che amo. Parlo al presente, perché è davvero uno dei pochi fumetti ai quali sono così affezionata da ripensarci di tanto in tanto e riprenderne in mano le storie con la voglia di rileggerle. Storie intelligenti, ben scritte, in genere ben disegnate, con dei personaggi interessanti e ben caratterizzati. Aggiungete a questo un bellissimo background alle storie che assume sempre più spessore man mano che si va avanti con la serie… e forse capirete perché sono così entusiasta di questo fumetto. :)
Un fumetto Disney dove però i personaggi e le storie erano scritte per un pubblico (anche) più “adulto”, e che quel pubblico sono riusciti a conquistarlo. Storie dove anche un papero può morire, e muore davvero…
Sia chiaro che sto parlando della prima serie di PK. La seconda serie (nonostante alcune storie di buon livello e piacevoli da leggere) devia dalla prima rimescolando molte carte in tavola per quanto riguarda continuity e personaggi, a mio parere spesso senza motivo. Della terza quasi preferisco non parlare… sull’onda del successo di PK, per aprire anche al mercato estero, per “riallineare” il prodotto al pensiero della casa madre (sia mai che qualche bambino possa essere turbato da una storia ben scritta), nonché per promuovere un videgioco, dall’alto della Disney Italia si sentirono in diritto di “azzerare” la time-line, e ricominciare da capo in maniera edulcorata e ridicolmente “semplificata”. Fu un flop clamoroso, meritato.

Aggiungo al post alcuni originali a tema PK in mio possesso. Inutile dire che ne vado molto fiera! :P Nel particolare, una tavola di Fabio Celoni (tratta dal numero 6, “Spore”), uno schizzo di Lorenzo Pastrovicchio, e una tavola di Stefano Intini, (da “Vedi alla voce Evron”, serie di ministorie su Evron… una delle mie cose preferite di tutto PK!!).
Enjoy!

17 commenti:

calendula / trattalia ha detto...

Non ho mai letto PK, conosco però Fabio Celoni perchè ha disegnato per Dylan Dog che leggo da molti molti molti anni...anche in Dylan Dog la qualità delle storie è un po scaduta... se prima infilavano anche 7 numeri belli uno appresso all'altro ora è un miracolo se cè una storia decente ogni 6 mesi.... delle volte mi sono anche domandata se non fosse che magari crescendo non vedo più le cose come prima.. però... il dubbio mi rimane!!!

Colei che... ha detto...

Secondo me i fattori sono tanti... sicuramente la qualità delle storie di Dylan ha avuto alti e bassi negli anni... ultimamente mi sembra siano uscite delle storie valide (mi vengono in mente quelle di Bruno Enna). La verità è che è cambiato proprio il tipo di storie, che dalle iniziali horror-oniriche, si sono spostate verso una deriva thriller-poliziesca, che secondo me non frutta come dovrebbe il personaggio... ;)
Tornando a PK... devo ammettere che forse per goderne ci vuole come presupposto un minimo di "apprezzamento" per il genere Disney in generale! ;)

calendula / trattalia ha detto...

be ho letto e continuo a leggere topolino da un sacco di tempo mi è sempre piaciuto, 6 anni fa per una mini storia di Peperino che si chiama " la foto della patente" ho riso ininterrottamente per 20 minuti, stavo piangendo alla fine...bellissimo !!!

Tyreal ha detto...

Mi sono accorto solo ora che la prte in inglese, nei tuoi post, non è solo la traduzione di quello che scrivi in italiano... Acc... :D

Claudio Cerri ha detto...

Ciao!! Hai Ragione a dire che è un ottimo fumetto!
Per quanto invece riguarda il discorso D. Dog, è da tanti anni che non lo leggo più, ma forse c''e bisogno di una rivoluzione proprio nel modo di operare degli sceneggiatori, piu' serialità, storie che continuano e non one shot di modo che si possa dare piu' peso alla psicologia dei personaggi e alle chiavi narrative generali... A presto!

MaxBrody ha detto...

Ricordo che quando lessi "Spore" la prima volta (avevo 8 anni) ci capii poco o nulla per via dei disegni così (lo dico adesso) straordinariamente innovativi;
"Vedi alla voce Evron", invece, è una forza :D ! La storia sui proverbi evroniani mi devasta solo a ripensarla! (e solo quello posso fare, ormai..i pk, 1°e 2°serie, sono cellofanati tutti assieme, così che possa venerarli come divinità ogni giorno) ;)

Colei che... ha detto...

Che bello trovare i vostri commenti dopo qualche giorno di assenza dalla rete! :D

@ Calendula: c'è una storia di PK che si intitola "Motore/azione!"... L'avrò letta quattro volte, ma ogni volta rido alle lacrime! :P

@ Tyreal: argh! Te ne sei accorto! Adesso mi farai notare tutti i notevoli errori? :P La verità è che mi sembra giusto parlare diversamente a chi magari non sa bene di cosa si sta trattando, non essendo italiano. ;)

@ Claudio: grazie di nuovo per essere passato (di nuovo!) :P Io continuo a leggere Dylan, anche se saltuariamente... e penso anche io che un pò di serialità potrebbe fargli bene... anche per quanto riguarda le vendite.

@ Max: PK è uno dei fumetti che anche io tengo in bella vista nelle mie librerie in Italia... è sempre un piacere pensare di avere le prime due serie complete... specialmente dopo aver fatto una faticaccia (è stato il mio caso) per riuscire a recuperarli tutti!!

Giuseppe Minervini ha detto...

Ciao! Non ho potuto fare a meno di rispondere dopo aver letto questo intervento su PK.
Questo fumetto mi ha segnato l'adolescenza, rimanevo abbastanza preso per le storie di DUE il backup di UNO, e per gli evroniani.
Ci disegnavano dei fenomeni, e poi me lo leggevo veramente tutto, era divertente anche la posta...

Colei che... ha detto...

Che dirti (oltre a ringraziarti per la visita)... come ti capisco! Questo fumetto ha segnato anche me... e devo ammettere che non ero neanche più adolescente... :P
(P.S. - la rubrica della posta valeva da sola l'acquisto!)

luttazzi4ever ha detto...

Pk è uno dei fumetti della mia vita. Non IL fumetto perchè quello rimarrà sempre Dylan. Anche se scade ogni tanto lui mi ha fatto amare il fumetto, lui mi ha aperto la strada verso tutti gli altri acquisti. Comunque, Pk, è un mito. E purtroppo in quei periodi io ero piccolo e mio padre prese solo i numeri zero. Quando sono leggermente cresciuto ho preso la seconda serie di Pikappa ogni mese e l'ho amata tantissimo. Poi la terza, che ogni tanto mi dava l'impressione di essere decente ma, purtroppo e per fortuna, è finita tra i fischi. La prima l'ho riacquistata fino al 21 con la ristampa poi ho raccattato qualche altro numero(credo una quindicina più tutti gli speciali) e ora vago ramingo alla ricerca di quelli che mi mancano. Pk è un mito. Chi ci lavorava è un mito. Quel fumetto è un capolavoro e fa piangere, ridere, riflettere e semplicemente fa bene. Perchè aiuta a passare qualche ora lieta.

Bel post su pikappa...l'obiettivo per l'anno prossimo è finirmi la serie e poi leggerla tutta d'un fiato. Son piccoli sogni...

Francesco De Paolis ha detto...

Di Pk mi piacevano soprattutto la tematica dei viaggi temporali e le caratterizzazioni dei personaggi, oltre che i disegni e la colorazione: le prime pagine di Carpe Diem e la doppia splash page in Trauma (con lo scontro finale tra lui e Pk) sono semplicemente maestose!

per luttazzi4ever: spero che ti riesca di recuperarli tutti, ne vale davvero la pena! A me mancano un paio di speciali della prima serie, ma prima o poi avrò anche quelli! Comunque, speciali o non speciali, quando sarà finita La Grande Dinastia Dei Paperi ho anch'io intenzione di rileggermi tutti i Pk, così mi godrò pure le varie citazioni alle storie di Barks (che mi pare di aver letto non siano poche), e magari ci scapperà pure una Fan Fiction!

calendula / trattalia ha detto...

CHE BELLA LA CECOSLOVACCHIA!!! SONO ANDATA A CURIOSARE PER VEDERE FOTO DI LIBEREC.... E' MOLTO BELLLA, FA FREDDO LI ADESSO ?

Simone ha detto...

Ciao Colei,
sono Tyrrel del forum di Brad Barron!

Mi accorgo di essere in ritardo: il tuo post lo lessi mesi fa (anche se non ho mai postato, è da Maggio 2008 che seguo il tuo blog), ma scordai di commentarlo. E rileggendolo ora provo lo stesso enorme piacere per le parole appassionate verso un fumetto che anch'io amo (sempre al presente ;) ) davvero tanto, e che davvero tante emozioni mi ha sempre dato.

Sul fatto che PKNA sia un fumetto "adulto" sono assolutamente d'accordo: e non solo nelle tematiche e nelle situazioni narrate, ma anche nel linguaggio fumettistico utilizzato (certi soggetti, certe sceneggiature e certe tavole disegnate sono davvero meravigliose!).

Sulla mitica Pk-Mail, sapevi che spesso ad occuparsene c'era Fausto Vitaliano?
A mio avviso anche il rapporto che s'instaurò tra lettori e PkTeam e le rubriche adulte e articolate contribuirono al successo e alla bonta della serie.

Sappi comunque che sono veramente invidioso degli originali in tuo possesso! :D (il disegno del Pastro è fantastico!).

Un saluto
Tyrrel

Colei che... ha detto...

Ciao Tyrrel, e grazie mille per il tuo commento! E' sempre piacevole per me incontrare persone che hanno apprezzato (che apprezzano) questa serie, e ne riconoscono i pregi, e i meriti. :)
Penso che dietro ci sia stato un impegno non da poco...

Si, sapevo di Vitaliano... anche se non so se ha fatto tutto da solo, o se dobbiamo strangolare a vista anche qualche altro disneyano! :P (bellissima quella rubrica!)

Per la collezione... inutile dirti che sono tra gli originali di tavole a fumetti ai quali tengo di più... spero prima o poi di estorcere a Intini un'altra tavola (anche se lui ancora non lo sa!) :P
Ciao!

vander ha detto...

Ciao è giorni che cerco disperatamente i vecchi numeri di pkna...missione fallita ,volevo rileggere una poesia che copriva le pagine di "frammenti d'autunno" come la trovo?
mi faresti un regalo enorme davvero !complimenti per il blog! e w i fan di pkna!!!

Colei che... ha detto...

Ciao vander, anche io feci parecchia fatica a completare la mia collezione di PKNA!! E stava acora uscendo la seconda serie! :P Mi ricordo ancora quando presi gli ultimi numeri che mi mancavano in una fumetteria di Roma... Ora non saprei proprio come aiutarti, ma penso che qualche grande fumetteria in Italia ha sicuramente dei numeri in magazzino (personalmente, proverei a chiamare un po' in giro e magari farmeli inviare ;) )
Per la poesia, ti aiuterei molto volentieri, ma purtroppo lavoro all'estero, e li mia collezione e' rimasta in Italia... :( A dire il vero, di Pkers ne conosco parecchi (alcuni si sono fatti vivi anche qui: se vuoi chiedo a loro, e poi la faccio postare qui! ;) )
Ciao!

lori ha detto...

Ciao ho la collezione completa di pk na la vorrei vendere possibilmente intera ma anche a pezzi...per informazioni:e-mail:biagio.lore@hotmail.it